Loading...
About Me2017-03-03T11:35:51+00:00

Allieva, fra gli altri, di Vincenzo Cecchetelli, Leone Magiera, Rodolfo Celletti, Sergio Bertocchi e Paola Molinari, dopo un precoce debutto nella Bohème (Mimì) alla Corte Malatestiana di Fano, sua città natale, Patrizia Orciani ha intrapreso un rapida e intensa carriera artistica, che l’ha condotta a cantare presso numerose ed importanti istituzioni a livello internazionale.
È apparsa sul palcoscenico di alcuni fra i più prestigiosi teatri del mondo, fra i quali Teatro alla Scala di Milano, Wiener Staatsoper, Opernhaus di Zurigo, Teatro Reál e Teatro della Zarzuela di Madrid, Mozarteum di Salisburgo, Liceu di Barcelona, Concertgebouw di Amsterdam, Teatro dell’Opera di Bonn, Opera di Colonia, Orchestra Sinfonica dello Stato di San Paolo, Teatro Bolshoi di Mosca, New National Theatre di Tokyo, Teatro “Perez Caldos” di Las Palmas, Opera di Tenerife, Teatro Comunale di Bologna, Teatro Comunale di Firenze, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Regio di Parma, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Regio di Torino, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro Massimo “V. Bellini” di Catania, Arena di Verona, Accademia Chigiana di Siena e molti altri ancora.

Nel numero dei direttori d’orchestra con i quali ha lavorato fanno spicco i nomi di Claudio Abbado, Bruno Bartoletti, Daniele Callegari, Frédéric Chaslin, Gianandrea Gavazzeni, Gustav Kuhn, Alain Lombard, Peter Maag, Lorin Maazel, John Neschling, Daniel Oren, Stefano Ranzani, Donato Renzetti, Nello Santi, Hubert Soudant, Marc Soustrot, solo per nominarne alcuni.
Negli ultimi anni ha cantato come solista in oltre trenta concerti accanto al grande tenore Andrea Bocelli, in luoghi quali Madison Square Garden di New York, Toronto, Washington, Oslo, Stoccolma, Helsinki, Firenze,Taormina e tantissimi altri teatri e arene sia all’aperto che al chiuso.
Nel corso della stagione 2014/15 ha interpretato il ruolo di Orsola ne Il Campiello di Wolf-Ferrari presso il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino di Firenze e presso il Teatro Verdi di Trieste, nonché il ruolo di Hanna Glawari nella Vedova Allegra al Teatro Carlo Felice di Genova.

Nel corso della sua lunga e prestigiosa carriera ha preso parte ad importanti produzioni, fra le quali Falstaff (Alice) all’Opernhaus di Zurigo, Les Contes d’Hoffmann (Giulietta) alla Wiener Staatsoper, The Turn of the Screw (Miss Jessel) di Britten, Edgar (Fidelia) e Tannhäuser (Venere) al Teatro Comunale di Bologna, Evgenij Onegin (Tatjana) e Pulcinella di Stravinskij al Teatro Carlo Felice di Genova, Rusalka (Duchessa), Francesca da Rimini e Amica (title role) al Teatro dell’Opera di Roma, Les contes d’Hoffmann al Teatro Regio di Torino, Carmen (Micaela), Les contes d’Hoffmann (Giulietta) e The Turn of the Screw (Miss Jessel) al Teatro Regio di Parma, Patto di Sangue di Matteo D’Amico in prima rappresentazione assoluta e Pollicino (Madre) al Maggio Musicale Fiorentino di Firenze, Tannhäuser (Venere), L’amico Fritz (Suzel) e Francesca da Rimini (ruolo del titolo) al Teatro Verdi di Trieste, La vedova allegra (Hanna Glawari) al Teatro Filarmonico di Verona, Help, Help, The Globolinks di Menotti, Tannhäuser (Venere), Orleanskaya Deva (ruolo del titolo), Lakmé (Ellen) e Les Contes d’Hoffmann (Giulietta) al Teatro Massimo di Palermo, Un ballo in maschera (Amelia), Andrea Chénier (Maddalena), Les Dialogues des Carmélites (Lidoine), Don Giovanni (Donna Elvira) e Les Contes d’Hoffmann (Giulietta) al Teatro Massimo Vincenzo Bellini di Catania.

Patrizia Orciani tiene regolarmente concerti in Italia e all’estero: fra i più recenti vanno senz’altro menzionati i recitals con i quali ha ottenuto importanti successi sia a Mosca che a Tokyo.
La sua interessante discografia include L’italiana in Londra (Livia) di Cimarosa e Nina, ossia la pazza per amore (Nina) per Bongiovanni, Giulio Cesare (Cleopatra) per Nuova Era, Bianca e Falliero (Costanza) per Ricordi e Il signor Bruschino (Sofia) per Claves.

Critica 1

Critica 2

Critica 3